Per ricevere i tuoi ordini in tempo per Natale hai tempo fino alle ore 12 del 20 dicembre.

La Russia di Putin – Anna Politkovskaja

14.00

Disponibilità: Disponibile

Per ricevere i tuoi ordini in tempo per Natale
hai tempo fino alle ore 12 del 20 dicembre.

Puoi pagare anche con Carta del Docente e 18app.
Questa modalità di pagamento è valida solo per l'acquisto di libri cartacei.

  • Argomento: Studi di genere e sociali
  • Autorə: Anna Politkovskaja
  • Casa Editrice: Adelphi

Da qualche tempo l’Occidente cerca di tranquillizzarsi sulla Russia presentando Vladimir Putin come un bravo ragazzo volenteroso. Ma ora questo libro di Anna Politkovskaja, giornalista moscovita nota per i suoi coraggiosi reportage sulle violazioni dei diritti umani in Russia, ci svela, in pagine ben documentate e drammatiche, tale autoinganno. Ed è un libro destinato a restare memorabile per la maestria e l’audacia con cui l’autrice racconta le storie (pubbliche e private) della Russia di oggi, soffocata da un regime che, dietro la facciata di una democrazia in fieri, si rivela ancora avvelenato di sovietismo.

Ma non si pensi a una fredda analisi politica: «Il mio è un libro di appunti appassionati a margine della vita come la si vive oggi in Russia» scrive la Politkovskaja. E tanto meno si pensi a una biografia del presidente: Putin resta infatti sullo sfondo, anzi dietro le quinte, per essere chiamato sul proscenio soltanto nel tagliente capitolo finale, dove viene ritratto come un modesto ex ufficiale del KGB divorato da ambizioni imperiali. In primo piano ci incalzano invece squarci di vita quotidiana, grottesca quando non tragica: la guerra in Cecenia con i suoi cadaveri «dimenticati»; le degenerazioni in atto nell’ex Armata Rossa; il crack economico che nel ’98 ha travolto la neonata media borghesia, supporto per un’autentica evoluzione democratica del Paese; la nuova mafia di Stato, radicata in un sistema di corruzione senza precedenti; l’eccidio a opera delle forze speciali nel teatro Dubrovka di Mosca; la strage dei bambini a Beslan, in Ossezia.

INFORMAZIONI
  • Pagine 375
  • ISBN: 978-8845936920
Anna Politkovskaja
L'autrice

Anna Politkovskaja

Anna Politkovskaja (New York 1958 – Mosca 2006), figlia di genitori ucraini, diplomatici presso la sede delle Nazioni Unite, ha studiato giornalismo all’Università di Mosca e, dopo le prime esperienze, con la Perestrojka ha iniziato a lavorare per la stampa indipendente, soprattutto la rivista Novaja Gazeta, divenendo una delle croniste più tenaci e coraggiose del conflitto in Cecenia. Il suo impegno è stato riconosciuto con molti premi tra cui, nel 2001, il Global Award di Amnesty International per il giornalismo in difesa dei diritti umani. Nell’ottobre 2002 è stata negoziatrice durante il drammatico assedio al Teatro Dubrovka di Mosca. Oltre agli articoli ha pubblicato alcuni libri fortemente critici su Putin (in Italia è uscito La Russia di Putin, 2005), sulla guerra in Cecenia, Daghestan e Inguscezia.

Per le sue prese di posizione è stata arrestata dalla polizia e ha ricevuto minacce di morte sia da parte dei soldati russi sia dai combattenti ceceni o da altri gruppi armati che operano in margine alla guerra. Dopo un tentativo di avvelenamento e altri attentati alla sua vita, è stata uccisa da ignoti nell’ottobre 2006.

Ti potrebbe interessare…

TlonTV 500x250

TLON TV

Dove trovi tutti i videocorsi
di Tlon!

TLONLETTER

Ricevi tutte le novità, le idee
e le promozioni di Edizioni Tlon!

Carrello
Torna su