Venti d’inizio estate

Fino al 30 giugno 20% di sconto su tutti i libri Edizioni Tlon
La promozione riguarda i titoli usciti da almeno sei mesi

Mi porta a casa, questa curva strada – Ian Penman

24.00

Disponibilità: Disponibile

Puoi pagare anche con Carta del Docente e 18app.
Questa modalità di pagamento è valida solo per l'acquisto di libri cartacei.

  • Argomento: Arti
  • Autorə: Ian Penman
  • Casa Editrice: Atlantide

Può sembrare inusuale che in un libro di saggi musicali si tratti di poesia e destino, ma il fatto è che nessuno scrive di musica come Ian Penman, e nessuno come Penman, forse il più grande critico musicale vivente, riesce a collegare l’estetica “pop” a un discorso culturale che ha la propria origine tanto nel rock e nel jazz quanto nella filosofia di Heidegger e di Derrida, e a unire la passione per la musica leggera a una personale visione del mondo che affonda le proprie radici in autori come Roland Barthes, Susan Sontag e Walter Benjamin. Mi porta a casa, questa curva strada – che riprende un distico di W.H. Auden in cui il termine “track” viene portato a significare tanto il sentiero che si percorre quanto la traccia incisa su disco – racconta in modo impareggiabile la traiettoria umana e artistica di James Brown, Frank Sinatra, Elvis Presley, Prince e dello stesso Charlie Parker, e affronta, attraverso figure quali Donald Fagen degli Steely Dan e John Fahey, alcuni snodi della cultura popolare tra il Novecento e oggi come la cultura mod e il fenomeno hipster. Tra un saggio e l’altro del libro, scrive Penman, “potrebbe esserci una rete di indizi, consigli e suggestioni seminascosti che si insinua tra le righe o dietro di esse e aspetta soltanto di essere trovata, mentre l’altro filo conduttore è una tesa dialettica tra il disordine e talvolta la disperazione della vita privata degli artisti di cui si parla e l’eleganza, l’economia quasi soprannaturale delle loro canzoni…”. Così, pagina dopo pagina, la strada, o traccia, del titolo e dei versi di Auden porta a noi stessi, a quel luogo in cui esistiamo davvero che a volte, o forse sempre, è la musica.

Traduzione a cura di Luca Fusari.

INFORMAZIONI
  • Pagine 208
  • ISBN: 978-8899591458
Ian Penman
L'autore

Ian Penman

Ian Penman è uno dei più grandi critici musicali inglesi viventi. Dopo aver iniziato a scrivere per NME nel 1977, ha collaborato con numerose testate giornalistiche quali The Face, Uncut, The Wire e The Guardian. Attualmente suoi saggi appaiono con regolarità sulla London Review of Books e su City Journal.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Ti potrebbe interessare…

TlonTV 500x250

TLON TV

Dove trovi tutti i videocorsi
di Tlon!

TLONLETTER

Ricevi tutte le novità, le idee
e le promozioni di Edizioni Tlon!

Carrello
Torna su