Dal 1 agosto al 4 settembre gli ordini saranno spediti il lunedì e il giovedì.
Dal 12 agosto al 21 agosto le spedizioni sono sospese.

Le poesie – Guido Gozzano

22.00

Disponibilità: Disponibile

Dal 1 agosto al 4 settembre gli ordini saranno spediti il lunedì e il giovedì.
Dal 12 agosto al 21 agosto le spedizioni sono sospese.

Puoi pagare anche con Carta del Docente e 18app.
Questa modalità di pagamento è valida solo per l'acquisto di libri cartacei.

  • Autorə: Guido Gozzano
  • Casa Editrice: Einaudi
  • Argomento: Poesia

Gozzano, cosciente dell’obsolescenza, non finge entusiasmi, e non si getta dentro: è il suo vero esilio. La sua linea di condotta è gustosamente paradossale: anziché fabbricare il moderno destinato all’invecchiamento, come accade per i vini di buona annata e per ogni neue Dichtung, cioè l’obsolescenza, fabbrica direttamente l’obsoleto, in perfetta coscienza e serietà. Ciò che è di moda è da lui contemplato e assunto come già démodé: il tocco da fantino è subito percepito come esotico nel tempo, esattamente al modo in cui (rovesciato il procedimento) la fotografia è una «novissima cosa». Il segreto di una poetica degli oggetti, se vogliamo, è tutta qui: si tratta di intendere che tutto è datato, irrimediabilmente datato («Adoro le date. Le date: incanto che non so dire…»), e che dunque, in partenza, la degradazione del consumo fa di ogni immagine, di ogni «bella cosa viva», una «vecchia stampa», anche e soprattutto ove si tratti di realtà di forte evidenza «moderna», come avviene per l’automobile di Totò Merúmeni, e per presenze affini. Non resta che coltivare cose «vestite di tempo»: ma tutto è già vestito di tempo, ormai. E a questo punto si può procedere, come con Carlotta, al capitale «esperimento», in regime di commedia: non c’è «bella cosa viva» che non si renda percepibile se non per «travestimento». E si ottiene questo Gozzano che conosciamo, «sempre ventenne» sì, ma «come in un ritratto», poeta parodico per eccellenza, e per emergenza di situazione, che rimaneggia e lima, o impavidamente cita, «i versi delicati | d’una musa del tempo che fu già».

– dall’Introduzione di Edoardo Sanguineti

INFORMAZIONI
  • Pagine 464
  • ISBN: 978-8806231866
Guido Gozzano
L'autore

Guido Gozzano

Guido Gozzano nacque a Torino nel 1883. Pubblicò la prima raccolta di versi nel 1907: La via del rifugio, che ebbe subito un certo successo di critica e di pubblico. Ma un successo ancora maggiore ebbe la raccolta successiva, I colloqui, nel 1911. Malato di tubercolosi fin da ragazzo, morì nella sua città nel 1916.

Ti potrebbe interessare…

TlonTV 500x250

TLON TV

Dove trovi tutti i videocorsi
di Tlon!

TLONLETTER

Ricevi tutte le novità, le idee
e le promozioni di Edizioni Tlon!

Carrello
Torna su